JONICITÀ E GRECITÀ

LA DIMENSIONE DI CERSOSIMO – ALDO GERBINO

Abbiamo spesso ribadito la necessità di ricreare un rapporto costante ed eugenetico tra scultura, ambiente urbano e necessità spirituale. Ritornano sempre attuali le dinamiche culturali originatesi fin dalla fine degli anni Sessanta. La fascinazione, infatti, sempre attuale, della perfusione tra spazio visivo della città e ambiente, risulta ancorato ad un fitto reticolo di problematiche già da tempo entrato, a partire proprio da quegli anni, nell’ambito di una crisi ideale e progettuale.
Argan ricordava, proprio in quel tempo, come Gaston Bachelard abbia sottolineato che «le nostre idee di spazio più che dalla geometria e dalla prospettiva, dipendono dall’esperienza vissuta nella casa della prima infanzia, nelle varie case in cui siamo [continua a leggere]


JONICITÀ E GRECITÀ – R. TALIANO GRASSO

L’approdo alla jonicità di Cersosimo scaturisce da un itinerario complesso. Instauratasi e nient’affatto esauritasi la matrice ellenica più che magno greca, confluiscono le forti componenti di Eros e Agape. La grecità, difatti, privilegia la centralità dell’uomo; accanto all’ineluttabilità fenomenica troviamo il riscatto della bellezza, dell’amore della vita, così radicato che anche oggi il mito e la civiltà greca ritornano ineludibili quando si vuole indicare un popolo esemplare dell’umanità per l’umanità, che non rinuncia al mondo perché nella società è [continua a leggere]


ARMONIA DI CORPISERGIO IRITALE

Linee essenziali, fughe drammatiche della materia che invadono la memoria e la coscienza, figure umane che non si respingono, ma si incontra, si parlano con un linguaggio che nasce dal movimento e diventa armonia di corpi, emozioni, sentimenti: è una lettura delle opere di Antonio Cersosimo che incrocia il percorso dell’artista e ne individua la partecipazione sofferente alla ricerca di un destino che sarà ricco di speranza e di vitalità se saprà rendersi testimonianza e segno della [continua a leggere]


LA MATERIALIZZAZIONE DI UNO STATO D’ANIMO – FABRIZIO CARBONE

Chi è l’artista? E’ colui che riesce a trasformare una materia deforme e senza vita in una creatura con un’anima propria in cui rispecchiare parte della propria esistenza!

Quando si entra, sempre in punta di piedi, nel laboratorio di un artista, ci si fionda in un instante nella sua vita più intima, il luogo dove le idee si materializzano in opere straordinarie, siano esse sculture, quadri, lastre. Si viene abbracciati da ogni singolo spillo che fa parte dell’arredo semplice e quanto mai zeppo di strumenti, tavoli da disegno, pennelli, tele, colori. Così come [continua a leggere]


L’ANGOSCIA DELLO SCULTORE PER UN MONDO DISUMANOANTONELLA GIUNGATA

La primavera da poco arrivata piega con forza il vento, il freddo e la neve per fare posto ai nuovi profumi e ai colori della terra e del mare, alla luce del sole. La stessa terra calda e selvaggia da cui ancora oggi nascono i “frutti” di uno degli artisti calabresi più conosciuti e apprezzati nel mondo dell’arte, Antonio Cersosimo. Originario di Crucoli ma figlio del mondo, da cui ha respirato stimoli, idee ed esperienze diverse tra loro, l’artista ha fatto del piccolo borgo di tremila anime in provincia di Crotone il suo “buen retiro”. Un luogo della memoria da cui trae ispirazione per continuare silenzioso ed elegante il suo trentennale percorso tra le maglie di uno stile definito della Jonicità, segnato [continua a leggere]


GENERAZIONI

Un’opera dell’artista crotonese sarà il logo del convegno che la prestigiosa Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale ha programmato per febbraio a Milano

“Generazioni” – tre profili umani slanciati nello spazio ma avviluppati tra loro per evidenziare il patto tra padri e figli senza cui l’umanità rischia di andare a catafascio – sarà l’elegante ma sobrio logo del convegno che la prestigiosa Facoltà Teologica dell’Italia [continua a leggere]